Blog: http://mediterraneoblu.ilcannocchiale.it

vergogne d'Italia

"Fatti come questo sono una vergogna per l'Italia!!!"

Alzo la testa dalla Repubblica, che stavo sfogliando mentre bevevo il mio cappuccino.
Il poliziotto, bell'accento napoletano, cercava di instillare negli astanti, barista e avventori, il suo sacro sdegno.

Io avevo appena letto dell'attentato camorristico in una sala giochi di Secondigliano: gambizzati alcuni adolescenti, poco più che bambini.

Un moto di affetto verso quel poliziotto mi pervade, un senso di unione contro il Male d'Italia, al di là delle differenze di credo politico e di provenienza geografica.
"Bravo!" ho quasi sussurrato, piacevolmente inorgoglita del fatto che un funzionario dello stato, uno di quelli che troppo spesso mi sono trovata a criticare, quasi a disprezzare, per azioni totalmente contrarie all'ordine pubblico, mostrasse un'indignazione così umana e così appassionata.

Lo stavo ancora guardando con somma ammirazione, gongolandomi nel sogno utopico di una giustizia comune, quando ho scoperto la triste realtà:
stava parlando di un rigore del Milan
(solo alcune ore dopo ho scoperto che ieri si è diputata questa partita Napoli-Milan, a cui costui evidentemente si riferiva)

Mi sono alzata e sono andata a pagare tristemente.
Guardandolo con una punta di malcelato disprezzo.

Pubblicato il 3/11/2008 alle 16.39 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web